RSS

Fratelli del Sole – Un caso bizzarro senza spiegazione

17 Ott
Fratelli del Sole – Un caso bizzarro senza spiegazione

Sicuramente la scienza riesce a spiegare quasi tutti i fenomeni che ci circondano, anche quelli che ci sembrano più incredibili o inquietanti… Ma cosa succede con tutti quei fenomeni a cui nemmeno la disciplina scientifica per eccellenza non riesce a dare una spiegazione?

Ci sono molti casi nel nostro mondo che hanno dell’incredibile, per esempio la combustione spontanea è uno di questi fenomeni, un evento tanto raro quanto inquietante le cui origini ancora oggi rimangono un mistero del tutto indecifrabile. Questo fenomeno è in grado di ridurre il corpo di una persona adulta a un cumulo di polvere, poltiglia carbonizzata e fumo in pochissimi minuti e la cosa più terrificante è che potrebbe capitare a chiunque di noi in qualunque momento. Di fronte a questo caso anche gli scienziati rimangono basiti data la sua straordinarietà, ma ci sarà modo di parlare in modo approfondito più avanti. In questo video invece verrà trattato un fenomeno ancor più unico nel suo genere rispetto alla combustione spontanea e che riguarda due sole persone in tutto il mondo.

I due ragazzi che state vedendo si chiamano Abdul Rasheed e Shoaib Ahmed, hanno rispettivamente 9 e 13 anni, sono originari del Pakistan e come tutti i loro coetanei vanno a scuola, giocano a cricket, che è lo sport più popolare in Pakistan, e sono molto attivi dato che spesso aiutano il proprio padre nella fattoria prendendosi cura delle capre e dell’allevamento in generale… Ma quando gli ultimi raggi di sole muoiono dietro l’orizzonte facendo spazio alle tenebre,  il piccolo villaggio dove Rasheed e il fratello abitano viene avvolto dall’oscurità e qualcosa di sconvolgente ed incontrollabile accade ai loro corpi. Infatti durante la notte questi ragazzini non sono più in grado di controllare i loro movimenti e come in preda ad un incantesimo cadono a terra, incapaci di muoversi, parlare o mangiare. Le loro condizioni sono così allarmanti che spesso per far comprenderne i sintomi i medici si riferiscono ad uno stato vegetativo in piena regola. Insomma durante la notte è come se per qualche ragione ancora sconosciuta, entrassero in coma profondo.

Mohammad Hashim, il padre dei due bambini, insieme alla sua famiglia vivono in un villaggio chiamato Mian Kundi nei pressi di Quetta, nella provincia del Balochistan che si trova a sud ovest del Pakistan. Hashim in lacrime e con profondo rammarico racconta che purtroppo a causa di problemi di salute e povertà perse due figli in tenera età ed ora solo cinque dei suoi figli sono ancora vivi. Due di loro soffrono di questo strano fenomeno mentre gli altri due sono ragazzi normali. Date le sue condizioni di povertà chiese aiuto allo stato perché dopo tutti questi anni nessun medico riuscì a trovare una soluzione o quantomeno a dare una spiegazione del perché questo strano fenomeno colpisse i suoi figli e non potendo più sostenere altre spese mediche decise di rendere pubblico questo caso. Le autorità del Pakistan dopo aver visionato il caso e date le estreme condizioni nelle quali si trovano Rasheed e Ahmed decisero di prendersi cura delle spese mediche per poter trovare una soluzione, quindi grazie ai ricercatori del “Istituto di Scienze Mediche del Pakistan” diversi furono gli esami a cui vennero sottoposti i fratelli. Il Dottor Javed Akram, professore di medicina dell’istituto a capo delle ricerche, disse che stavano impiegando tutte le risorse per poter individuare le cause di tali sintomi così particolari. Queste le sue parole: “Prendiamo questo caso come una sfida, i nostri medici stanno facendo diversi test per determinare il motivo del perché questi ragazzini sono così attivi durante il giorno mentre durante la notte a volte non possono nemmeno aprire gli occhi, parlare o mangiare.”.

L’entusiasmo iniziale e la voglia di intraprendere questa sfida scientifica si sono però scontrati con un muro di misteri di un certo spessore. Infatti i dati rilevati nei vari test risultano tutti nella norma durante il giorno, mentre durante le fasi notturne i parametri rilevati a livello neuronale così come tutti gli altri parametri fisici risultano come quelli di una persona in coma. Inizialmente tutti credevano che fosse la luce solare a causare questi effetti ma ben presto dovettero ricredersi perché anche in giornate del tutto buie e in stanze chiuse Rasheed e Hashim si comportavano normalmente, ma quando giungeva l’ora del tramonto iniziavano a sentire una stanchezza così forte che viene paragonata a quella dei cosiddetti “colpi di sonno” che il più delle volte causano incidenti mortali per chi è alla guida di un mezzo. Quando arriva la sera quindi i loro corpi si fanno più pesanti e si accasciano dove capita per poter riposare e successivamente il black out totale… Nessuna attività volontaria ha più luogo, i loro corpi rimangono paralizzati quasi in uno stato di catalessi e dal tramonto all’alba si trovano in queste condizioni.

Dopo diversi mesi senza risultati il Dottor Javed, con un tono di voce di chi con orgoglio ammette i propri limiti, in un’intervista racconta: “È veramente difficile capire quale sia la causa di questo strano evento, non riusciamo a comprendere che cosa succede a questi due fratelli e sinceramente non ho nessuna idea di che cosa provochi questi sintomi, anzi, nessun ricercatore o medico ne ha una”.

Dinanzi a questi limiti il Pakistan chiese l’intervento di esperti stranieri, quindi da maggio 2016 hanno iniziato a inviare verso i laboratori di tutto il mondo provette contenenti il sangue dei due fratelli, campioni di quello che mangiano normalmente e vengono inviati persino campioni di terra e di materiali che si trovano nell’abitazione della famiglia, tutto questo solo per farvi capire che non hanno la minima idea di quali siano i fattori che determinano questo brusco cambiamento dal giorno alla notte. I laboratori che stanno collaborando con queste ricerche sono tra i più prestigiosi del mondo come The Mayo Clinic and John Hopkins Medical Institute degli Stati Uniti e la Guys Hospital di Londra giusto per citarne alcuni ma per ora i risultati ottenuti sono pressoché delle mere congetture purtroppo dato che dalle analisi non emergono piste decifrabili per questo mistero.

Oggi la loro storia fa scalpore nella comunità scientifica mondiale e vengono conosciuti come “Solar Kids” ovvero i ragazzi che si alimentano di energia solare altrimenti noti in Italia come “I Fratelli del Sole”. Alcuni esperti pensano che addirittura sia un problema psicologico, forse i ragazzi sono influenzati da qualche fattore a livello di subconscio che li spinge in questo stato. Hashim però racconta che i due ragazzi hanno sempre avuto una vita tranquilla e non hanno subito alcun tipo di esperienza così traumatizzante da poter interferire nella loro psiche a livelli così profondi e in maniera così radicale anche perché ricorda che questi ragazzini sono sempre stati così, fin dalla nascita.

Vi abbiamo detto che dei cinque figli di Hashim due di loro soffrono sicuramente di questa patologia,  se così si può chiamare, mentre altri due sono sani… Probabilmente vi siete chiesti quale sia la sorte del quinto figlio. Beh il quinto figlio, il più piccolo che di nome fa Ilyas, ha solo un anno. Di lui suo padre racconta che delle volte si sveglia alle 5 del mattino con i primi raggi del sole e di come non pianga mai durante la notte, cosa alquanto inusuale nei bambini della sua età, ma lui aveva già sperimentato questi sintomi con i suoi figli più speciali. Hashim dopo aver raccontato questi ultimi dettagli solleva lo sguardo verso Rasheed e Ahmed e successivamente verso quello di sua moglie, nei suoi occhi tristi si legge lo sconforto e la paura di un genitore che si prepara a vivere di nuovo le stesse sofferenze e preoccupazioni che lo hanno accompagnato in questo incubo ad occhi aperti.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 ottobre 2016 in Casi macabri e misteriosi

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: