RSS

Il canale YouTube più strano: Webdriver Torso

03 Feb
Il canale YouTube più strano: Webdriver Torso

Internet è un luogo virtuale dove oggigiorno tutti noi trascorriamo molte ore. È senz’altro uno strumento di vitale importanza nella società moderna, che ci consente di comunicare in modo veloce tenendoci sempre aggiornati su quello che accade nel mondo. Sebbene sia utile per cercare informazioni di ogni tipo o più semplicemente per trascorrere del tempo libero esso è anche pieno di misteri e di pericoli e se non viene usato con le dovute precauzioni potrebbe risultare perfino fatale! Ad esempio i dati di pedofilia online sono allarmanti, tant’è che l’associazione Terre Des Hommes Olanda sviluppò un software di nome “Sweetie” in grado di emulare una bambina filippina di 10 anni. Così facendo in pochi mesi sono riusciti a identificare migliaia di pedofili di tutto il mondo i quali credendo di parlare con una bambina vera le offrivano dei soldi per compiere atti sessuali davanti alla webcam. Grazie a questo software molti pedofili sono stati condannati e schedati dall’Interpol.

Ma i pericoli in rete non sono solo per i più piccoli. La persona che state guardando si chiama John Edward Robinson ed è conosciuto come il primo serial killer di internet. Questo soprannome è dovuto al fatto che John sceglieva le sue vittime in rete, soprattutto donne, e con l’inganno di offrire loro un lavoro le attirava in luoghi appartati e poi le colpiva con un oggetto contundente alla testa. Nel 2003 è stato condannato a morte per l’omicidio di 3 di loro e ormai non avendo più nulla da perdere John dopo la sentenza confessò l’omicidio di altre 5 vittime.

Bisogna stare attenti anche alle informazioni personali pubblicate in rete. Molti ladri usano i social network per scegliere con cura quale casa derubare e quando entrare in azione. Quindi l’agire con prudenza e non pubblicare i propri spostamenti sono azioni essenziali per impedire ai malintenzionati di entrare in casa vostra. Ma internet nasconde anche un altra faccia ben più inquietante, essa infatti “ospita” fra i misteri più bizzarri del mondo di cui voi stessi in prima persona ne potete essere testimoni come quello del caso Cicada 3301 di cui abbiamo ampiamente parlato in uno dei nostri video. Infatti possiamo trovare tantissimi siti il cui scopo ci è ignoto e mano a mano li perlustriamo, più un senso di inquietudine e ansia cresce dentro di noi. Perfino qui su YouTube potete trovare dei video e dei canali che rientrano in questa categoria. Uno di questi è il canale di Webdriver Torso che dal 2013 sta facendo impazzire gli internauti e i giornalisti di tutto il mondo.

Webdriver Torso è un account YouTube i cui video hanno una durata di 11 secondi e i soggetti dei misteriosi filmati caricati da questo utente sono dei rettangoli rossi bianchi e blu che si muovono in maniera apparentemente casuale. Di sottofondo invece si sentono delle note generate digitalmente. Tutti i video sono simili tra loro e di bassa qualità, inoltre non è presente nessun commento nella descrizione. Fino a qui niente di sconvolgente penserete, ma analizzando questi video ci si accorge di qualcosa di sorprendente, ovvero la massiccia quantità di video caricati! Infatti nel giro di sette mesi dalla data di creazione del account ossia dal 7 marzo del 2013 Webdriver Torso aveva caricato oltre 70.000 video misteriosi e visualizzando l’ora di caricamento si può osservare che c’erano giorni in cui Webdriver Torso aveva caricato video ininterrottamente con una media di 400 video al giorno e in particolar modo il giorno di Natale era riuscito a caricare un video ogni 2 minuti circa.

Altrettanto misteriosi sono i nomi dei video, come potete vedere ognuno di essi presenta le iniziali tmp seguito da una serie di caratteri alfanumerici, mentre in basso a sinistra dei video si osserva la scritta “aqua.flv”. Il tutto faceva pensare ad un software che in automatico caricava questi filmati bizzarri, ma poi il mistero si infittì quando indagando si scoprì che due dei primi video caricati a settembre e ottobre 2013 erano diversi dagli altri, uno di essi, della durata di 6 secondi, aveva come soggetto la Tour Eiffel avvolta da luci brillanti e nell’altro video, visibile solo ai francesi dietro pagamento di 1 euro e 99, veniva mostrato uno spezzone di un cartone animato statunitense chiamato “Aqua Teen Hunger Force”. Successivamente in un altro video i rettangoli presero le sembianze di Rick Astley, il cantante pop degli anni Ottanta che spopolò con il tormentone Never Gonna Give You Up. Il magazine Wired è stato il primo a individuare il fenomeno WebDriver Torso nel febbraio del 2014 come parte di un servizio sulle clip più bizzarre di YouTube. La stampa digitale, soprattutto quella inglese, divenne rapidamente ossessionata da questa storia. Ne parlarono il The Guardian, il Washington Post ma sopratutto la BBC la quale condusse la propria indagine guidata da Stephen Beckett che dopo aver analizzato tutti i video concluse che doveva esserci lo zampino di Google oppure delle spie francesi. Quindi verso Maggio del 2014 Stephen chiese direttamente a big G se sapevano qualcosa a riguardo o chi si celasse dietro questo misterioso account…l’azienda si rifiuto di commentare. Nei mesi seguenti gli internauti di tutto il mondo si erano scatenati con delle ipotesi più fantasiose, alcuni sostenevano che fossero dei messaggi alieni decifrabili solo da pochi eletti, altri sostenevano che si trattasse di una qualche campagna pubblicitaria, altri ancora dichiaravano che erano messaggi in codice di spie francesi o russe considerando i colori dei rettangoli. Molti dicevano che si trattava di messaggi cifrati dal governo come le number stations, e c’era anche chi era sicuro che dietro webdriver torso ci fossero gli hacker e che cicada 3301 era coinvolta.

Insomma c’era un carnevale di teorie a riguardo. Ma il mistero è stato risolto grazie all’importante contributo di un blogger italiano chiamato Soggetto Ventuno che successivamente illustrò la spiegazione in maniera dettagliata dal sito Engadget. Soggetto Ventuno nel suo blog racconta che grazie al sito Channelgraphs ha scoperto che Webdriver Torso faceva parte di una rete di account di nome ytuploadtestpartner_torso e come un detective digitale scopri altri account collegati a questo network, e in particolare una pagina Facebook che citava un tale Johannes Leitner, un dipendente di Google che è amico di un altro dipendente chimato Matei Gruber, che sta a Zurigo. Questa scoperta è stata la prova definitiva per svelare il mistero, perché uno dei pochi commenti fatti da webdriver torso fu questo “Matei è molto intelligente”. Questi e altri indizi puntavano a Google con la sede a Zurigo. Dopo tutte quest prove Big G dovette confessare e rispose al sito Engadget con questo comunicato: ”Non potremmo mai darvi un uploading lento con perdite di qualità  e non vi deluderemo mai con un youtube di bassa qualità nei video, questo è il motivo per cui eseguiamo sempre dei test come Webdriver torso”

WebDriver Torso è quindi un canale che viene usato dai tecnici di Google per testare la qualità dell’audio e delle immagini dei video. Oggi questo canale ha più di 130.000 video caricati e se provate a scrivere “Webdriver Torso” su google o su YouTube, scoprirete qualcosa di interessante…

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 febbraio 2015 in Casi macabri e misteriosi

 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: