RSS

La maledizione della sedia del Busby Stoop Inn

22 Set
La maledizione della sedia del Busby Stoop Inn

Sappiamo che al mondo esistono molti oggetti e luoghi che portano sfortuna. In particolare oggetti dai quali molte persone si tengono lontane, come biasimarle dato che alcuni di essi hanno causato stragi e decimato intere famiglie. Tutti questi oggetti considerati maledetti hanno dietro una storia inquietante, di solito legata ai suoi legittimi proprietari i quali, in qualche modo, hanno lasciato parte del loro dolore in essi facendoli diventare fonti di sciagure e sventura per coloro che vi entrano in contatto. Oggi vi parleremo di uno degli oggetti più misteriosi e paurosi di questa categoria non solo per la quantità di persone “uccise” dalla sua maledizione ma anche per l’oscura storia che si cela dietro. Questa è la Storia di Thomas Busby e la sua sedia maledetta.

Inghilterra. Appena ad ovest della graziosa cittadina di Thirsk, nel North Yorkshire, c’è il Busby Stoop Inn, una taverna con una storia oscura e una maledizione che dall’estate del 1702 provoca panico e terrore. La nostra storia inizia verso la fine del 17° secolo con una persona di nome Daniel Awety. Daniel è un falsario professionista e siccome all’epoca le monete erano fatte d’argento e oro egli si dedicava anche al “coin clipping”, ossia a tagliare i bordi alle monete per intascarsi le parti preziose. Daniel aveva una figlia di nome Elizabeth la quale si sposò con un uomo del posto di nome Thomas Busby, il proprietario della taverna Busby Stoop Inn.

Thomas era un ubriacone sempre in cerca di guai ed era diventato anche partner del suocero Daniel, infatti erano insieme nel business illecito della contraffazione di monete. Sembrava tutto perfetto ma i guai erano in arrivo, difatti le sere che Busby tornava ubriaco a casa picchiava Elizabeth e ciò provocò enormi screzi fra i due criminali fino a quando una notte, tornando a casa come sempre ubriaco, si trovò di fronte Daniel seduto sulla sedia preferita di Busby, quella sedia di legno che non permetteva mai a nessuno di utilizzare. Fra i due iniziò una furiosa discussione e alla fine Busby cacciò via il suocero il quale disse che avrebbe presto portato via sua figlia da quella casa che e i loro affari potevano definirsi conclusi.

Più tardi, quella notte, Busby, furioso dall’idea di perdere la moglie e dall’insolenza del suocero che si sedette sulla sua sedia preferita, andò fino alla residenza di Daniel, il Danotty Hall, e con un’inumana freddezza colpì il suocero a morte con un martello. Alcune versioni di questa storia raccontano che Daniel venne strangolato. Dopo averlo ucciso, Busby nascose il cadavere nelle vicinanze di un bosco. In paese la scomparsa di Daniel provocò sospetti e la polizia iniziò a setacciare i boschi vicini scoprendo dopo pochi giorni il corpo inerme di Daniel, le successive indagini portarono ad arrestare Busby il quale era conosciuto nella cittadina come una persona violenta e senza scrupoli.

Busby fu processato a York Assizes nell’estate del 1702 e condannato alla forca, venne così impiccato su un patibolo messo di fronte alla locanda, proprio ad un incrocio sulla vecchia grande strada a nord che conduce a Thirsk. Ed è proprio qui che inizia la maledizione dato che il suo ultimo desiderio prima di essere giustiziato fu quello di mangiare nella sua locanda, ma quando ebbe finito di saziarsi e di bere si alzò e disse: “Chiunque osi sedersi su questa sedia morirà di una morte improvvisa e violenta“.

Negli anni successivi la locanda venne ribattezzata Busby Stoop Inn. Il nuovo proprietario, in un primo momento, non credeva affatto in questa maledizione così tenne la sedia per l’uso dei clienti come qualunque altra e quando la notizia della maledizione si diffuse, visitatori curiosi cominciarono ad affluire alla locanda. Da qui in avanti iniziano a succedere cose strane, infatti ci sono tante storie che parlano di diversi temerari che hanno osato sedersi su questa sedia e che poco tempo dopo hanno perso la vita in incidenti definiti come “sfortunati” o “bizzarri”.

Fra le tante storie c’è ne una in particolare che è rimasta ben impressa nella mente dei cittadini del posto: Nel 1894, uno spazzacamino insieme ad un amico avevano bevuto nel Busby Stoop Inn e lo spazzacamino si era seduto proprio sulla sedia di Busby. Ormai ubriachi lasciarono la locanda nel mezzo della notte, grande fu la sorpresa quanto la mattina seguente venne trovato lo spazzacamino impiccato proprio vicino al luogo in cui era stato giustiziato Bubsy. Non trovando un colpevole la polizia concluse il caso dichiarando che si era trattato di suicidio.

Un altro fatto curioso è che durante la seconda guerra mondiale, c’era un campo di aviazione della Royal Canadian Air Force non molto distante dalla locanda, per cui molti soldati venivano a bere regolarmente al Busby Stoop Inn. Si dice che gli aviatori che si sono seduti sulla sedia di Busby non siano mai più tornati.

Uno dei tanti proprietari della locanda è stato Tony Earnshaw. Tony  non era un uomo superstizioso quando comprò il Busby Stoop Inn nel 1968, anzi inizialmente definì la maledizione di Busby come una sciocchezza, ma in seguito a numerosi incidenti mortali iniziò a cambiare idea sulla sedia e sulla maledizione che essa porta. Il signor Earnshaw riferì la storia di un gruppo di muratori che frequenta la locanda durante la pausa pranzo. Fra loro c’era un giovane coraggioso il quale, spinto anche dagli altri, si sedette sulla famosa sedia maledetta. Più tardi sul posto di lavoro il ragazzo perse la vita cadendo dal tetto. Dopo la morte di questo giovane ragazzo il signor Earnshaw decise di spostare la sedia in cantina per evitare altre stragi. Nel 1978 però, un uomo che lavorava nella locanda, osservando questa sedia in cantina, decise di provarla e addirittura disse al signor Earnshaw quanto fosse confortevole sedersi su di essa e che non avrebbe dovuto lasciarla in un luogo così buio e umido, poche ore dopo l’impiegato doveva compiere una consegna ma ebbe un incidente in macchina, inspiegabilmente uscì fuori strada e si schianto contro un muro. Morì sul colpo. Questa fu la goccia che fece traboccare il vaso, così Tony Earnshaw decise di sbarazzarsi definitivamente della sedia donandola al museo di Thirsk a condizione però che non venga permesso mai a nessuno di sedercisi sopra. La sedia ora si trova sulla parete lontano dalle persone di modo che nessuno osi utilizzarla, sono passati più di 30 anni e da allora nessuno si è più seduto in quella sedia. Cooper Harding, direttore del piccolo museo di Thirsk durante un intervista disse:

Il museo farebbe una fortuna se lasciassimo ai visitatori il permesso di sedersi sulla sedia, ma una promessa è una promessa

Da allora non ci sono più stati morti o incidenti legati alla sedia ma sembrerebbe che la maledizione sia tutt’altro che finita, infatti testimoni affidabili hanno annunciato di aver visto il fantasma di Busby vagare intorno al secondo piano. Karen Rowley, ex padrona del Busby Stoop Inn ha detto:

Sono stata qui durante gli ultimi 7 anni e la gente del posto ha ancora paura della sedia e della sua maledizione. Io ho visto una figura sul pianerottolo al piano di sopra, era un uomo molto alto, senza braccia e senza volto. Si è mosso lateralmente per poi scomparire attraverso un muro. Ero assolutamente terrorizzata

Infine diversi testimoni raccontano che se ti siedi nel punto in cui Busby era solito starvi per bere e guardi fuori dalla finestra, puoi vedere il suo spettro impiccato che ti osserva. Forse è solo una storia inventata dalla gente del posto frutto di coincidenze e storie tramandate, o forse c’è qualcosa di macabro e maledetto in quella città

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 settembre 2014 in Maledizioni e possessioni

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: