RSS

SCOPERTA 14: Le strabilianti Linee di Nazca e il mistero che le circonda

20 Giu
SCOPERTA 14: Le strabilianti Linee di Nazca e il mistero che le circonda

Le Linee di Nazca sono geoglifi, ossia delle linee tracciate sul terreno, per la precisione nel deserto di Nazca, un altopiano arido nel Perù meridionale. Le oltre 13.000 linee vanno a formare più di 800 disegni e si estendono su un’area di circa 500 km quadrati. Esse includono i profili stilizzati di animali quali la balena, il pappagallo, la lucertola, il colibrì, il condor, l’enorme ragno lungo, ecc…

Queste Linee sono state scoperte per la prima volta solo dall’avvento dei voli di linea sull’area, casualmente, nel 1927. Da quell’anno molti studiosi cercano di comprenderne il significato ipotizzando che fosse un enorme area di culto realizzata dal popolo Nazca, una civiltà preincaica comparsa sulle sponde del fiume Aya nella regione di Ica in Peru’ nel I secolo d.C. e decaduta nel VI secolo d.C.

Le linee a terra sono state realizzate rimuovendo lo strato superficiale di terra, rocce e sassi; questo non è un lavoro complesso, ma ciò che lascia senza parole è appunto la quantità. Solo dall’alto si può apprezzare l’enormità del lavoro che è stato fatto su questo territorio, mentre da terra quasi non ci si rende neppure conto. Secondo molti studiosi, la durata della cultura Nazca non poteva essere sufficiente per realizzare un’opera così imponente, dunque si è avanzata l’ipotesi che abbiano semplicemente continuato un lavoro di una qualche precedente civiltà sconosciuta.

Dobbiamo considerare anche il fatto che dalle cime di molte montagne che circondano il deserto di Nazca sono state rimosse enormi quantità di terreno in modo da livellarle e appiattirle per quali tracciare ulteriori linee. Sono proprio queste montagne a essere tralasciate dalla storiografia ufficiale in quanto le domande che le accompagnano difficilmente possono trovare risposte soddisfacenti.

Dunque se possiamo (quasi) spiegare le linee, non possiamo dire altrimenti di queste montagne livellate. Il mistero ancora oggi rimane, dato che con la tecnologia odierna, un’impresa titanica come l’appiattimento di una montagna, richiederebbe potenti ed enormi mezzi oltre che un ingente quantità di tempo.

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 giugno 2014 in Scoperte & Teorie

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: