RSS

Il mistero straziante del suicidio dei cani sull’Overtoun Bridge

16 Giu
Il mistero straziante del suicidio dei cani sull’Overtoun Bridge

A 3 km ad est dalla città di Dumbarton, in Scozia, sorge una villa: la Overtoun House. È stata costruita nel 1860 ed è un classico esempio di architettura scozzese. Da quando nel 1938 è stata donata al popolo di Dumbarton, la casa è diventata prima un ospedale per le maternità e infine un centro cristiano. La casa fu costruita su una collina vicino al fiume Clyde e per collegare le due sponde è stato eretto l’Overtoun Bridge, ed è proprio su questo ponte che si concentra la nostra storia. Infatti, dagli anni ‘50, si verificano una serie di misteriosi suicidi da parte di cani. Questi episodi sconcertano le persone da più di mezzo secolo e nessuno sa dare ancora una spiegazione.

Tutti i decessi si verificano apparentemente con le stesse modalità: i cani si buttano sempre dal medesimo punto tra gli ultimi due parapetti sul lato destro del ponte e quasi sempre in limpide giornate di sole. Inoltre le razze che hanno perso la vita sono sempre stati Labrador, Collie e Retriever. Questo caso è stato definito come un “mistero straziante” e la gente del posto che possiede questi animali ha paura di attraversare quel luogo.

Donna Cooper è una di quelle persone che ha tragicamente vissuto gli ultimi istanti di vita del suo cane proprio mentre stava attraversando l’Overtoun Bridge con la sua famiglia. Queste le sue parole:

Io e la mia famiglia stavamo facendo una passeggiata in una bella giornata di sole con il nostro cane Ben, un bellissimo Collie. Eravamo sull’Overtoun Bridge quando, senza preavviso, Ben saltò sul parapetto del ponte e si buttò di sotto facendo un volo di oltre 15 metri e schiantandosi infine sulle rocce sottostanti. Siamo rimasti impietriti e lo portammo subito dal veterinario. Incredibilmente era ancora vivo ma le sue condizioni erano pessime; aveva una gamba spezzata, la schiena rotta e la mascella completamente fuori posto. Sotto consiglio del veterinario ponemmo fine alle sue sofferenze sopprimendolo

Esistono anche episodi con un finale meno tragico, come quello che racconta Kenneth Meikle. Il suo cane si buttò dal ponte ma sopravvisse poiché atterrò su un letto di muschio. Vengono riportati casi, però, in cui il cane, miracolosamente rimasto in vita dopo l’incidente, è ritornato sull’Overtoun Bridge per buttarsi di nuovo e questa volta senza sopravvivere.

Proprio questo luogo, nel 1994, è stato sotto i riflettori dei media per un caso tanto tragico quanto inquietante. Un certo Kevin Moy, una persona del posto, ha gettato il figlio di sole due settimane dal ponte uccidendolo, sostenendo che il bambino fosse l’Anticristo. Immediatamente dopo ha tentato invano il suicidio gettandosi anch’esso dal ponte.
Dopo questo episodio circolano voci sul fatto che l’Overtoun Bridge sia infestato e che abbia strani effetti su persone e animali. Non a caso, forse, nella mitologia Celtica quel luogo è noto col nome di “The thin place”, traducibile come “Il luogo sottile” in cui il regno dei cieli e quello terrestre si toccano. Nella storia, i cani hanno più volte dimostrato di essere molto più sensibili degli esseri umani, dunque è possibile che siano spaventati da una qualche forza soprannaturale o esterna proveniente dal ponte? Negli ultimi cinquant’anni i cani suicida sono stati più di cinquanta e una serie di specialisti scozzesi da anni ormai si dirige sul posto senza però essere mai giunta ad una conclusione plausibile.

Recenti studi hanno dimostrato come gli animali possano essere depressi e indotti a pensieri suicidi. In particolare, i cani, possono soffrire di psicosi. Alcuni esperti sono portati a credere che i proprietari possono trasferire i pensieri negativi all’animale domestico. Un famoso esperimento austriaco ha mostrato come i cani possano cogliere i pensieri e le intenzioni dei loro proprietari anche da molti chilometri di distanza. Tutto ciò, però, non spiega come mai i suicidi avvengono proprio sull’Overtoun Bridge.
E’ stato ipotizzato che forse un particolare suono o odore, non percettibile all’uomo, possa essere la causa di questi comportamenti. Sappiamo, infatti, che i cani hanno un udito e un olfatto decine e decine di volte più sensibile del nostro. Tuttavia, dopo il controllo dei livelli sonori effettuati sul ponte, gli esperti di acustica non hanno trovato nulla che potrebbe spiegare tali suicidi. Inoltre si è escluso il fattore ‘visivo’ poiché c’è stato anche un episodio documentato in cui una cagnolina cieca si sarebbe suicidata dal ponte.
Per quando riguarda invece l’olfatto, è stato scoperto che sotto il ponte ci sono un gran numero di topi e visoni oltre che numerosi nidi di scoiattolo. Forse è proprio l’odore di questi animali ad attirare i cani? È noto che i visoni hanno potenti ghiandole che emettono un forte odore di muffa irresistibile per i cani. Si spiegherebbe anche come mai questi suicidi avverrebbero in giorni di sole, quando questo odore non è cancellato dall’umidità o dalla pioggia. Inoltre questa ipotesi è in linea con gli inizi dei suicidi. Infatti i visoni sono stati introdotti in scozia a partire dagli anni ‘20, ma solo dagli anni ‘50 hanno cominciato a riprodursi e moltiplicarsi drasticamente.

Ma esistono ancora molte domande aperte. Ci sono più di 26.000 visoni in Scozia, come mai i cani saltano proprio da quel ponte, rischiando la vita, per cercarne uno? Perché si buttano sempre dallo stesso medesimo punto tra gli ultimi due parapetti sul lato destro? Insomma, quanti cani dovranno ancora morire prima che venga trovata una soluzione a questo misterioso caso.

Annunci
 

Tag: , , , , , , ,

Una risposta a “Il mistero straziante del suicidio dei cani sull’Overtoun Bridge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: