RSS

SCOPERTA 4: Esiste la reincarnazione? Scopriamo questa incredibile storia!

28 Mag
SCOPERTA 4: Esiste la reincarnazione? Scopriamo questa incredibile storia!

Esiste la reincarnazione? E’ di certo una teoria affascinante che si può condividere o meno. Di certo la storia che stiamo per raccontare ha dell’incredibile e da credito a questa teoria.

Esistono numerose storie che fanno rimanere a bocca aperta chi le legge, una di queste narra di un bambino che si sarebbe ricordato di come è stato ucciso nella sua vita precedente. Questo incredibile fatto è stato testimoniato da molti dottori del posto. Inoltre il protagonista della storia apparteneva all’etnia drusa e, nella sua cultura, l’esistenza della reincarnazione è accettata come dato di fatto.

Tutto ha inizio nella regione del Golan vicino al confine tra Israele e la Siria. Il bambino in questione nacque con una lunga voglia rossa sulla sua testa. I druidi e altre culture credono che le voglie siano legate alle morti avvenute nelle vite precedenti. Quando il bambino iniziò a parlare, disse alla sua famiglia di essere stato ucciso da un colpo di ascia alla testa. È usanza degli anziani portare i bambini, quando compiono i tre anni, nella casa in cui vissero nella vita precedente, nel caso in cui ne abbiano memoria. Egli ricordava da quale villaggio proveniva, così vi ci venne portato. Quando arrivarono nel paese, il bambino ricordò il nome con cui era chiamato nella sua vita passata. Nel villaggio dissero che l’uomo, il quale il fanciullo affermava di esserne la reincarnazione, fu dato per scomparso quattro anni prima. I suoi amici e familiari pensarono che potesse essersi smarrito nel territorio ostile nelle vicinanze. Il bambino fu in grado di ricordare anche il nome completo del suo assassino. Successivamente mostrò agli anziani il posto in cui l’assassino aveva sepolto il suo corpo precedente e, proprio dove aveva indicato, hanno trovato uno scheletro; dopodiché, ha mostrato che, sempre in quel luogo, era stata sepolta anche l’arma del delitto. Dopo aver scavato, con grande stupore di tutta la gente che stava assistendo, è stata ritrovata anche un’ascia. Quando il presunto assassino si trovò davanti a questa situazione impallidì ma non confessò mai.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 maggio 2014 in Scoperte & Teorie

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: