RSS

Gli ultimi inquietanti e misteriosi istanti di vita di Elisa Lam. Cosa è accaduto?

16 Apr
Gli ultimi inquietanti e misteriosi istanti di vita di Elisa Lam. Cosa è accaduto?

Chi è Elisa Lam? Elisa Lam era una studentessa canadese di origine asiatica. Aveva solo 21 anni quando è stata trovata morta all’interno di una cisterna d’acqua, sul tetto del Cecil Hotel a Los Angeles.

Tutto Inizia in un giorno d’inverno, più precisamente il 21 febbraio del 2013. Gli inquilini del Cecil Hotel segnalarono che il sapore e l’aspetto dell’acqua erano strani. In particolare il colore aveva sfumature di giallo, marrone e rosso. Le segnalazioni si moltiplicarono in pochi giorni fino a che dovette intervenire il personale tecnico dell’hotel per controllare lo stato della cisterna contenente le riserve d’acqua. Fu proprio in quel preciso momento che scoprirono un cadavere in avanzato stato di decomposizione al suo interno. Le indagini successive hanno riscontrato che si trattava del corpo di Elisa Lam morto dal almeno 19 giorni.

Gli inquirenti seguirono subito l’ipotesi dell’assassinio. Dobbiamo ricordare che siamo a Los Angeles, una delle città in cui avvengono più crimini al mondo. Quest’ipotesi, però, venne quasi immediatamente scartata data l’assenza di elementi e indizi che indicassero un omicidio.

A questo punto il mistero si infittisce ancora di più perché alcune domande sorgono spontanee. Come avrebbe fatto l’assassino a trasportare il corpo di Elisa Lam senza essere visto da nessuno, tantomeno dalle telecamere di sicurezza. Ma il fatto più inquietante dell’intera vicenda è il video della telecamera interna di un ascensore che ritrae Elisa Lam probabilmente nei suoi ultimi istanti di vita. Da questo video possiamo notare fin dai primi minuti un comportamento alquanto strano di Elisa, appena entra infatti preme freneticamente tutti i pulsanti. Quando la ragazza si accorge che l’ascensore non ha la minima intenzione di muoversi controlla che nel corridoio non ci sia nessuno con dei movimenti che fanno pensare che si fosse accorta che qualcuno la stesse inseguendo, una presenza invisibile con la quale sembra addirittura interagire muovendosi in modo disumano.

Come prima ipotesi, dopo la visione di questo video, gli inquirenti hanno pensato che la ragazza fosse sotto effetto di droghe o alcol, ma l’autopsia smentì ipotesi, nessuna traccia sospetta infatti era stata trovata nel corpo di Elisa. Nella disperazione si è pensato a un caso di suicidio, ma è noto che l’annegamento volontario è impossibile per un fattore di sopravvivenza che porta automaticamente il nostro corpo a riemergere per respirare. Un altro fattore che ha escluso questa pista è che la cisterna era stata chiusa da fuori.

Il caso, dopo un anno, è stato archiviato senza però una spiegazione logica. Cosa sia accaduto a Elisa Lam è ancora un mistero.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 aprile 2014 in Casi macabri e misteriosi

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: